I cani a bordo del Titanic

dog-boatIl 15 aprile 1912, la leggendaria e sfortunata nave RMS Titanic affondò. Rimane, fino ad oggi, il disastro più famoso della storia marittima. C’erano circa 2.223 passeggeri a bordo della nave, di cui 1.502 perirono. (Alcune fonti riportano le cifre a 2.228, con 1.503 morti.)

Oltre agli umani, una dozzina di cani erano a bordo della nave nel suo viaggio inaugurale senza fortuna. Solo tre sono sopravvissuti.

Come sono stati salvati tre cani nelle scialuppe di salvataggio quando non c’era abbastanza spazio per tutti i passeggeri umani? I tre cani sopravvissuti al disastro del Titanic erano tutti estremamente piccoli. I cani erano così piccoli, è probabile che nessuno li abbia nemmeno notati quando sono stati trasportati a bordo delle scialuppe di salvataggio. Due dei cani erano pomerani, il terzo era un pechinese.

Una piccola Pomerania fu chiamata “Lady” e fu acquistata dalla signorina Margaret Hayes, passeggero del Titanic, a Parigi. “Lady” ha condiviso una cabina con la signorina Hayes ed è stato avvolto in una coperta e portato su una scialuppa di salvataggio da lei quando l ” ordine è stato dato di evacuare.

La famiglia favolosamente ricca dei Rothschild possedeva l’altra Pomerania sopravvissuta. Il pechinese è stato chiamato “Sun Yat-Sen” ed è stato portato a bordo dalla famiglia Harper (della casa editrice di New York Harpers & Row.)- solo i passeggeri di prima classe avevano cani a bordo.

Una famiglia ha persino ricevuto un pagamento assicurativo dell’importo di $300 (circa today 7000 oggi) per i loro due cani che non sono sopravvissuti all’affondamento della nave. Ricco passeggero William Carter era in viaggio con la moglie, Lucille, e due figli. La loro figlia Lucy King Charles Spaniel è stato assicurato per $100 e il loro figlio Billy Airdale per $200.

I bambini pregarono di prendere i cani durante l’evacuazione, ma Carter insistette che erano troppo grandi e assicurò ai suoi figli sconvolti che i loro cani sarebbero andati bene nel canile della nave LIES BUGIE!!! Quando i cani perirono, la compagnia di assicurazione ha fatto bene su entrambe le affermazioni.

Per quanto riguarda gli altri cani a bordo, quelli i cui nomi sono noti includono il famoso milionario John Jacob Astor Airdale, “Kitty”. Una donna di nome Helen Bishop ha portato un Fox Terrier di nome “Dog”. (Come originale.) Il passeggero Robert Daniel portò “Gamin De Pycombe”, il suo Bulldog francese. C’erano molti altri cani a bordo i cui nomi non sono noti.

Anche se alcuni dei passeggeri canini condividevano una cabina con i loro proprietari, la maggior parte erano tenuti nel canile della nave e sono stati curati dai membri dell’equipaggio del Titanic.

Una storia particolarmente triste ha coinvolto un alano di proprietà di 50 anni Elizabeth Isham. La signorina Isham ha visitato il suo cane al canile della nave ogni giorno. Quando stava evacuando, ha chiesto di portare con sé il cane. Quando le fu detto che il cane era troppo grande, si rifiutò di lasciare la nave senza di lui e scese dalla sua scialuppa di salvataggio. Alcuni giorni dopo, il corpo di una donna anziana che stringeva un grosso cane fu avvistato dalla nave di recupero Mackay Bennet, e i gommoni furono spediti per arrotondare i corpi della donna e dell’animale. I resoconti dei testimoni oculari e il diario della nave confermano l’avvistamento e il recupero. Si presume che il corpo della donna recuperato sia quello della signorina Isham, anche se questo non è stato verificato con nessun altro mezzo che notare il tipo di cane e mettere la storia del suo rifiuto di lasciare la nave insieme al fatto che hanno trovato il corpo di una donna con il cane morto.

Se questo articolo ti è piaciuto, potrebbe piacerti anche:

  • Leonardo DiCaprio Taglio di capelli Che Aveva i Talebani in un impeto di Rabbia
  • che Cosa SOS Segnale di soccorso Sta Per
  • Perché le Uve sono un Male per i Cani
  • Perché il Cioccolato è un Male per i Cani
  • la Bocca di Un Cane Non è più pulito Di un Uomo Bocca

Gratifica di Fatto:

  • Famoso milionario Benjamin Guggenheim spesso viaggiato su viaggi con il Titanic Capitano Edward John Smith. Conosceva bene il capitano Smith e la sua famiglia. Proprio prima del lancio del Titanic, Guggenheim presentò al capitano Smith un grande lupo russo, un regalo per la figlia di Smith. In onore di Guggenheim, il capitano Smith chiamò il cane “Ben” e lo presentò a sua figlia. Fortunatamente per “Ben”, è stato dato alla ragazza il giorno prima di salpare e non ha viaggiato sul Titanic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.